Medicina FetaleMedicina Fetale

prelievo di villi coriali e amniocentesi

VillocentesiQueste rappresentano le due tecniche di diagnosi prenatale invasiva. Il prelievo dei villi si effettua elettivamente tra l’undicesima e la quattordicesima settimana di gravidanza.
L'amniocentesi si effettua invece a partire dalla sedicesima settimana di gravidanza.
 Entrambe le tecniche forniscono informazioni sulla mappa cromosomica fetale e, nelle coppie a rischio di malattie genetiche quali la talassemia, l’emofilia, la fibrosi cistica, sono le sole procedure in grado di verificare che il feto non ne sia affetto. Comportano entrambe un rischio di aborto spontaneo di circa l'1%.

Il risultato definitivo di questi esami si ha dopo 14-16 giorni ma un risultato preliminare, riguardante la normalità numerica del cromosomi 13, 18, 21, X ed Y, si può avere dopo 24 ore attraverso un esame che ANDROS Day Surgery è tra le poche strutture ad eseguire in Italia e che prende il nome di QF PCR.


QF PRC La QF PCR esclude con certezza assoluta, ad esempio, la sindrome di Down.