Medicina della riproduzioneMedicina della riproduzione

Legge 40/2004

La legge n. 40 del 19 febbraio 2004, nota anche come legge 40 o legge 40/2004 reca "Norme in materia di procreazione medicalmente assistita". È al centro di accesi dibattiti poiché pone notevoli limiti alla fecondazione assistita e alla ricerca clinica e sperimentale sugli embrioni.



Il 13 Maggio del 2009 sono state pubblicate le motivazioni della Sentenza della Corte Costituzionale n° 151/09 dell'1 Aprile 2009, sentenza e motivazioni che di fatto scardinano l’impalcatura portante della legge 40 perché, a differenza della stessa, non danno più al concepito gli stessi diritti della madre.
Nella buona sostanza questa sentenza e le sue motivazioni aboliscono il limite dei 3 ovociti da inseminare, permettono nuovamente il congelamento embrionario e la diagnosi preimpianto. Infatti la sentenza da assoluta priorità alla salute della donna ed autonomia al medico nelle necessarie scelte professionali sempre, ovviamente, attuate con il consenso dei pazienti.